Rame

Main Content

Rame

Il rame è un metallo appartenente allo stesso gruppo di oro e argento, con i quali ha molte caratteristiche fisico-chimiche in comune. Si pensa che l’uomo abbia iniziato a utilizzare il rame intorno al 5000 a.C. e dopo il 3000 a.C. iniziò ad aggiungervi lo stagno per produrre il bronzo. È il secondo elemento per conducibilità elettrica e termica (dopo l’argento); queste proprietà, unite al fatto di essere un metallo duttile e malleabile, lo rendono comune in moltissime lavorazioni (ad esempio, dal 1877 viene usato per fabbricare cavi e anche le tute spaziali contengono rame per aiutare chi le indossa a mantenere il calore corporeo) e nella formazione di leghe (più di 400 leghe contengono rame). È resistente alla corrosione grazie a una patina naturale che forma sulla superficie e può essere riciclato infinite volte senza perdere le sue proprietà. Ha inoltre proprietà antibatteriche e antisettiche ed è per questo che viene impiegato nella fabbricazione di monete, utensili da cucina e condutture. Renio Il renio è un elemento chimico che si trova sia sulla crosta terrestre sia negli oceani, ma con un’abbondanza bassissima, intorno a 10-6 g/kg. La presenza in tracce rese problematica la sua caratterizzazione e, attualmente, il renio è ricavato come sottoprodotto della lavorazione di metalli quali rame e molibdeno. Il renio è utilizzato soprattutto nella preparazione di leghe e come catalizzatore.

HOME