Argumentation in science teaching and learning

Prof. Sibel Erduran, University of Oxford

7 Dicembre 2023, ore 15.30 – Aula 1A, Complesso “Fiore di Botta”

(English version here)

Argomentare significa fornire giustificazione alle proprie affermazioni attraverso evidenze e prove. Ad esempio, come facciamo a sapere che la materia è costituita da particelle o che il ciclo giorno-notte è causato dalla rotazione della Terra? Quali sono le evidenze disponibili e come decidiamo quali selezionare? Il workshop – inteso principalmente per insegnanti di scuola secondaria, ma aperto a chiunque si interessi di didattica delle scienze – introdurrà risorse e strategie per favorire l’insegnamento e l’apprendimento dell’argomentazione nelle lezioni di fisica e scienze. Nella sessione si sperimenteranno praticamente queste strategie e si presenteranno alcuni risultati di ricerca da un progetto interdisciplinare condotto nel Regno Unito.

L’incontro avrà carattere pratico e laboratoriale. L’intervento della prof.ssa Erduran sarà in Inglese, ma il workshop sarà accessibile anche in Italiano.

Scarica e condividi la locandina: 

La relatrice

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Erduran-photo-1024x683.jpg

Sibel Erduran è Professoressa di Didattica delle Scienze e Fellow del St. Cross College presso l’Università di Oxford, Regno Unito. È stata Presidente di ESERA (European Science Education Research Association), è editor-in-chief di Science & Education e fa parte dell’editorial board di altre importanti riviste scientifiche. Ha lavorato negli Stati Uniti, in Irlanda e nel Regno Unito, dirigendo progetti di ricerca e occupandosi della formazione degli insegnanti di area STEM. In Irlanda è stata Direttrice del National Centre for STEM Education presso l’Università di Limerick. I suoi interessi di ricerca si concentrano sull’incorporazione delle pratiche epistemiche nell’educazione scientifica e sullo sviluppo professionale degli insegnanti STEM. Il suo lavoro sull’argomentazione ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali. Ha all’attivo quasi 200 pubblicazioni, due volumi pubblicati nel 2019, e recentemente è stata coinvolta nei progetti FEDORA (EU Horizon 2020) e SciKids (UAEU).